PRIMAVERA 2: L’Entella sfiora la rimonta ma la spunta il Pescara 2 – 3

Campionato Primavera 2   Girone B Recupero 4° Giornata

ENTELLA  : Balducci, Bruno, Basani, Mogos(71’Antognoni), Grosso, Garbarino A(84’De Simone),Tosi (54’Oliveri), Garbarino L. (55°Maresca), Villa, Meazzi (84’Mazzotta), Muller

A  Disp.      : Tozaj, Reali, Alesso, Scaldarella, Prosdocimi, Macca, Frateschi, All.   Gennaro Volpe

Sfuma la rimonta per l’Entella in un finale nel quale erano molti a credere che ancora una volta la grinta dei biancocelesti avrebbe permesso di riprendere una partita che sembrava compromessa specie dopo il 3-1 di inizio ripresa. Il Pescara si è confermato una delle squadre più forti del torneo non a caso distante solo 2 punti dalla capolista Lecce. Iniziano forte gli abruzzesi che dopo 5 minuti sono già in gol: Mercado vince un paio di rimpalli e riesce ad incunearsi nell’area piccola chiavarese dove centra un pallone che in mischia Belloni gira in rete.

La reazione dell’Entella è veemente e dopo soli 5 minuti arriva il pareggio con un azione insistita nell’area ospite risolta da un piazzato preciso di  Muller che centra il sette alla sinistra del portiere pescarese. Intorno alla mezzora è ancora protagonista Belloni che con un tiro magistrale centra il sette dell’incolpevole Balducci e riporta avanti i suoi. L’Entella lotta su ogni pallone Villa si danna in avanti ben supportato dalle discese a ripetizione di Basani e Bruno e dal dinamismo di Cecchini oggi particolarmente ispirato.

Sul finire del tempo Tosi ben servito a destra impegna Sorrentino in una respinta in angolo.  Ad inizio ripresa ancora Pescara in gol con una conclusione anche questa molto precisa di Mercado che raccoglie una respinta della difesa e batte Balducci.  Volpe rinfresca l’Entella con Oliveri e Maresca per Tosi e Garbarino. Mai domi i biancocelesti accorciano presto le distanze con il solito Bruno puntuale alla deviazione sugli sviluppi di un corner.

Ora l’Entella ci crede e nel finale con Villa va un paio di volte vicino al pareggio con palloni che danzano lungo l’area di rigore abruzzese. Un po di imprecisione e precipitazione al momento della conclusione impediscono agli uomini di Volpe di ottenere anche oggi un risultato positivo contro un avversario importante.