Volpe: “Peccato per l’infortunio di Chiosa, ma la squadra ha giocato con il giusto atteggiamento”

Si fermano al novantesimo le speranze dell’Entella di portare a casa i tre punti nella trasferta abruzzese con il Pescara. I padroni di casa, in uno degli ultimi assalti offensivi, hanno trovato il gol del pari con Rigoni, fissando il punteggio sul definitivo 1-1.

 

“Voglio partire dall’ottimo atteggiamento messo in campo dalla squadra”, spiega Mister Gennaro Volpe, “Sono naturalmente dispiaciuto perchè sentivamo la vittoria vicina e penso che senza l’infortunio di Chiosa avremmo avuto delle ottime chance di portare a casa il bottino pieno. Oggi, però, ho visto una buona Entella. Abbiamo lottato con dignità sacrificandoci l’uno per l’altro e facendo vedere di esserci con la testa. Il rammarico deriva dal fatto che sono convinto che se i ragazzi avessero giocato con questo spirito dalla prima giornata di campionato adesso non saremmo in questa posizione di classifica, ma il passato, purtroppo, non lo possiamo cambiare. Quello che possiamo fare è giocare le ultime quattro partite che ci restano con questo atteggiamento, lo meritano i tifosi e la società per cui lavoriamo”.

 

Oltre a Chiosa, uscito per infortunio nel finale, Volpe nel corso del secondo tempo ha dovuto fare a meno anche di De Luca. “I cambi sono stati praticamente tutti obbligati”, prosegue il tecnico, “Diversi giocatori non erano al massimo, ho chiesto loro di stringere i denti, ma ho dovuto fare tutti e 5 le sostituzioni con ancora quindici minuti da giocare. Speriamo di poter recuperare Chiosa e De Luca al più presto, anche se per Marco c’è un pò di apprensione in più”.

 

Sugli scudi Daniele Borra, autore di una buonissima prestazione. “Daniele ha fatto un percorso importante”, chiude Volpe, “La sua è stata una stagione molto particolare, ma sta dimostrando di poterci stare in questa categoria. Oggi in un paio di situazioni è stato decisivo, peccato solo non essere riusciti a dare seguito alle sue parate con una vittoria”.