Seconda vittoria consecutiva! L’Entella espugna il Menti, 0-1: la decide Koutsoupias

Torna a vincere in trasferta dopo 5 mesi l’Entella e lo fa grazie a una prestazione di grande solidità, determinazione e soprattutto per merito della super prova di due dei baby schierati da mister Vivarini: da una parte un Russo versione Spider-Man e dall’altra Ilias Koutsoupias che, con la sua prima rete in Serie B, regala la seconda vittoria consecutiva ai biancocelesti. 3 punti, secondo clean sheet di fila e rilancio in classifica, nell’ultimo match di questo 2020.

 

Vivarini conferma 10 giocatori degli 11 visti in campo nella vittoria contro il Pescara: Russo tra i pali; difesa con Cleur a destra, Coppolaro e Chiosa centrali, Pavic a sinistra; a centrocampo Paolucci insieme a Settembrini e Koutsoupias; reparto offensivo formato da Schenetti a supporto di Mancosu e De Luca.

 

L’Entella comincia in modo organizzato, ma al minuto 9 arriva il primo brivido: Giacomelli fa partire un missile terra-aria su punizione da 30 metri, con Russo che si fa trovare pronto. Occasione Entella al 27’: Pavic pesca bene De Luca che fa un buon movimento per liberarsi e calciare, ma il suo sinistro è alto sopra la traversa. Ci prova poi Jallow con un tiro potentissimo, il pallone si abbassa ma non abbastanza. Il primo tempo si chiude sullo 0-0: match equilibrato, con un’Entella attenta e pronta a ripartire.

 

La ripresa comincia sullo stesso piano del primo tempo. La scossa arriva al 61’: bella combinazione tra Schenetti e Cleur, cross in mezzo per De Luca, miracolo di Grandi e tap-in vincente di Koutsoupias al 61’. Gol di Ilias! Entella in vantaggio con la prima rete assoluta in B del diciannovenne greco. Sfiorano il raddoppio i biancocelesti pochi secondi dopo: bella palla in profondità di Schenetti per De Luca e miracolo di Grandi sul diagonale mancino della Zanzara. Brunori al 68’ cerca di approfittare di un’incertezza del Vicenza, va da solo contro Grandi ma si fa recuperare dalla difesa biancorossa a pochi passi dal gol. Ad un quarto d’ora dalla fine però un brivido percorre la schiena di Russo & Co. Colossale occasione per i Lane, con Marotta che s’invola sulla destra e crossa per Longo, girata al volo fuori di pochi centimetri. Ci prova anche Beruatto con un tiro teso, ma è ancora Russo a distendersi e a far respirare i Diavoli neri. A 7’ dal termine Russo abbassa la saracinesca, col primo di 2 interventi super: parata da copertina su conclusione potentissima del neoentrato Gori di mancino, da fuori. Prova a chiuderla quindi Cardoselli, prima con un bel colpo di testa su angolo di Costa, poi con un tiro al volo su suggerimento di Cleur. Russo si prende definitivamente la scena al 94’, con un intervento da fantascienza: colpo di testa da zero metri di Longo ma il 68 d’istinto gli dice di no. Esulta come se avesse segnato un gol, il portiere scuola Sassuolo. Parata che significa clean sheet, visto che poco dopo l’arbitro Santoro fischia 3 volte. Esplode di gioia la panchina biancoceleste: è una grande Entella, solida e cinica, che porta a casa 3 punti fondamentali per la lotta salvezza.

 

Diavoli neri quindi che ottengono la continuità che aveva chiesto Vivarini in settimana: ora si può tornare a Chiavari con ancora più fiducia. La classifica si accorcia, l’Entella sorride ancora e può preparare con serenità il primo match del nuovo anno: appuntamento lunedì 4 gennaio al Comunale (ore 18.00) contro il Cittadella.