Riusciranno i biancocelesti a scardinare il fortino del Gubbio? Tutte le curiosità sulla squadra con la miglior difesa del campionato

All’estremo est della provincia di Perugia, sorge Gubbio, una città bellissima, che negli ultimi anni ha visto la propria squadra giocare con grande continuità trai i professionisti. Assaggiata la serie B nella stagione 2011/2012, infatti, i rossoblù hanno sempre mantenuto la terza serie nazionale. L’Entella, dal canto suo, dopo essersi sbloccata lontano dal Comunale in Coppa Italia, cerca continuità al Barbetti, in una partita che nasconde numerose insidie.

 

COME ARRIVA IL GUBBIO?

Senza troppi giri di parole, il Gubbio è probabilmente la squadra rivelazione di questo inizio di campionato. L’undici allenato da una vecchia conoscenza della nostra regione come Vincenzo Torrente, nelle prime tre partite ha mostrato una solidità difensiva sensazionale. Zero gol subiti e 5 punti conquistati su tre impegni molto delicati. I rossoblù, infatti, dopo aver pareggiato all’esordio 0-0 al Manuzzi di Cesena, hanno battuto in casa la Fermana, per poi pareggiare nuovamente a reti bianche a Reggio Emilia contro la Reggiana. Un cammino importante che denota una crescita evidente di un collettivo che non vuole smettere di stupire. Vero e proprio mattatore di questo inizio di campionato è certamente il portierino classe 2000 Simone Ghidotti. Dopo due stagioni da protagonista con la maglia della Pergolettese, il talento scuola Fiorentina ha deciso di accettare la corte del Gubbio e l’impatto è stato devastante. Belle parate, personalità e carisma, in pochi mesi Ghidotti ha già conquistato tutti.

 

GLI EX

Apriamo il capitolo più romantico, quello degli ex che hanno lasciato il segno con entrambe le maglie. Impossibile non partire da Silvano Raggio Garibaldi. Silvano, chiavarese DOC, è entrato dalla porta principale nella storia del Gubbio giocando in Umbria due stagioni indimenticabili. Terminata la trafila al Genoa, infatti, Raggio Garibaldi venne girato in prestito al Sorrento prima di approdare a Gubbio. Con la maglia rossoblù il centrocampista al primo tentativo aiuta la squadra a vincere il campionato di serie C, e l’anno successivo, nonostante la retrocessione, gioca con continuità anche in serie B. È proprio dopo l’anno di B a Gubbio che Silvano decide di ripartire dalla sua Chiavari, e più precisamente dall’Entella. In biancoceleste gioca due stagioni costellate da numerosi guai fisici, ma il 4 maggio 2014, a Cremona, festeggerà la prima storica promozione in B dell’Entella. Venendo all’attualità, invece, spicca la presenza di Federico Bonini nella squadra di Torrente. Bonini, cresciuto nel vivaio dell’Entella, si è trasferito a Gubbio in prestito proprio l’ultimo giorno di mercato per cercare continuità e per fare esperienza in un campionato impegnativo come la serie C.

 

I PRECEDENTI

Sarà una prima assoluta sabato tra queste due squadre. Gubbio ed Entella, infatti, si sono sfiorate più volte, ma non si sono mai incrociate. Entrambe, però, dopo una buona partenza sono chiamate alla prova del nove. Un primo vero esame di maturità che servirà per testare le ambizioni dell’Entella e la voglia di continuare a stupire del Gubbio. Si gioca sabato alle 17.30.