Pontedera: dalle vittorie in casa alle difficoltà in trasferta. Conosciamo meglio la prossima avversaria dell’Entella

L’Entella torna a giocare in terra toscana, e sullo stesso campo dove affrontò il Montevarchi ritrova oggi il Pontedera. Tante insidie da affrontare nella partita contro i granata, una squadra abituata alla categoria e con un buon potenziale offensivo. Conosciamo meglio i nostri avversari.

 

COME SI PRESENTA IL PONTEDERA?

Otto punti in classifica, di cui uno solo raccolto lontano dal Manucci. Una squadra “casalinga” quindi, con un perfetto equilibrio nei risultati: i toscani hanno conquistato i tre punti in due occasioni, come detto sempre in casa, con Pistoiese e Montevarchi. Due anche i pareggi e le sconfitte, l’ultima arrivata la scorsa giornata col parziale di quattro reti a uno a favore dell’Imolese.

 

PUNTI DI FORZA E DEBOLEZZA

I risultati ottenuti dal Pontedera evidenziano qualche difficoltà difensiva che però viene ben bilanciata da un buon potenziale offensivo, nove le reti realizzate fin qui. Tra i marcatori di Mister Maraia si è fatto notare Simone Magnaghi – cresciuto nel vivaio dell’Atalanta e con un passato in biancoceleste – tre centri per lui da inizio campionato.

Un dato considerevole a favore della squadra toscana riguarda il numero dei rigori parati: tre i tiri dagli undici metri a sfavore, zero i gol subiti dal dischetto.

 

I PRECEDENTI

In Toscana i precedenti fra le due compagini sono sei, con il bilancio in perfetta parità: due vittorie granata, due vittorie biancocelesti e due pareggi. L’ultima sfida al Mannucci risale alla stagione 2018/2019, vittoria 2-1 per l’Entella con le reti decisive di Mota e Belli.