Magrassi-Cleur: un’Entella bella e concreta trova i tre punti ad Ancona

Un’Entella concreta e determinata conquista la vittoria su un campo difficile. Il doppio squillo di Magrassi e il sigillo di Cleur consegnano agli uomini di Volpe tre punti tanto importanti quanto meritati. Gara in completa gestione per la formazione di Chiavari, a confermarlo, oltre il possesso palla a favore (51%), anche le conclusioni verso lo specchio: undici totali contro le due dei padroni di casa.

 

L’inizio dell’incontro è rocambolesco: una situazione del tutto fortuita lancia a rete Moretti, fallo di Bruno da ultimo uomo e cartellino rosso per il numero cinque. L’arbitro viene però richiamato dall’assistente e decide di tornare sui suoi passi segnalando una posizione di fuorigioco. Rosso revocato e sospiro di sollievo per tutta la panchina dell’Entella.

 

Al quindicesimo Cleur raccoglie una palla respinta dalla difesa e va al cross, sul primo palo spunta Magrassi, il guizzo straordinario del numero nove si appoggia sul legno lontano ed entra in rete. Vantaggio Entella.

 

Neanche tre minuti dopo ancora biancocelesti avanti, bravissimo Magrassi a farsi trovare pronto e a raccogliere una respinta di Vitali arrivata su un tiro da lontano di Capello. Il gol è molto più semplice del primo ma la sostanza non cambia, doppio vantaggio fulminante dell’undici di Volpe.

 

L’unica occasione per l’Ancona Matelica, in una prima frazione dominata dai liguri, è un tiro di D’Eramo dalla distanza finito lontano dalla porta di Borra.

 

Dopo soli cinque minuti dalla ripresa del gioco accorciano i biancorossi: bell’azione dei padroni di casa che liberano Del Sole fuori area, sinistro violento su cui Borra non può farci nulla. 1-2. 

 

Al cinquantottesimo Rolfini viene pescato in area ma non trova lo specchio con la conclusione aerea.

 

L’Entella non perde la testa e riprende il suo gioco e il controllo della partita gestendo la foga dei dorici. 

 

Minuto ottanta: Di Cosmo serve Cleur defilato al limite dell’area, controllo orientato del terzino, e destro violento deviato in gol. 

 

Il numero due biancoceleste – uno dei migliori della partita – dopo l’assist servito a Magrassi firma l’incontro anche con la rete che spegne le speranze di rimonta dell’Ancona.