Mancosu allo scadere riprende la Reggina, al Comunale finisce 1-1

Una partita decisa da due gol su due calci da fermo. Prima la Reggina su punizione e, infine, il rigore per l’Entella. I biancocelesti di mister Tedino, oggi per la prima volta di fronte ad un Comunale parzialmente aperto dopo 7 mesi, si regalano una gioia nel finale recuperando una partita che sembrava ormai destinata sullo 0-1 ospite.

 

Ma andiamo con ordine. L’Entella si presenta in campo con lo stesso 11 del match contro la Reggiana, ad eccezione di Markus Pavic al posto dell’infortunato Filippo Costa. Per il resto, Borra tra i pali; da destra a sinistra in difesa De Col, Poli, Chiosa e il già citato Pavic; Paolucci tra Brescianini e Crimi; Morosini alle spalle del duo Brunori-De Luca.

 

Gli ospiti allenati da mister Mimmo Toscano partono forte con due belle occasioni nei primi 20’: prima Liotti su schema da calcio di punizione, poi Bellomo al volo impensieriscono l’Entella. I Diavoli neri però sono bravi a compattarsi e a prendere sempre più campo, chiudendo in crescendo un buon primo tempo con le conclusioni di Brunori e Brescianini.

 

Nel secondo tempo la musica cambia. Tanti gli episodi chiave. Prima la rete su punizione di Crisetig al 51’ per il vantaggio ospite poi, appena 7’ dopo, Jeremy Menez, partito in sospetto fuorigioco, a tu per tu con Borra non riesce a raddoppiare. Super parata del portiere di casa che salva il risultato. Al 61’ piove sul bagnato: Marco Crimi, già ammonito, si fa espellere lasciando i compagni in inferiorità numerica e sotto di un gol. Sembra il preludio di una sconfitta certa. Anche perché la Reggina colleziona occasioni da rete: prima Denis su punizione al 68’, poi Folorunsho all’85’ vanno davvero ad un passo dallo 0-2.

 

Ma attenzione: mai dare sottovalutare il cuore biancoceleste. L’Entella soffre ma resiste, con mister Tedino – oggi alla quattrocentesima panchina tra i professionisti – che cambia l’assetto in campo schierando un 3-5-1 per chiudersi e tentare l’arrembaggio nel finale. Mossa azzeccata: al 90’ Pavic alza una palla per Petrovic che, di sponda, riesce a servire Mancosu in area. Il 20 biancoceleste è bravo a liberarsi ma viene atterrato. Pairetto non ha dubbi: rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso Matteo Mancosu che non sbaglia. Esplode il Comunale: l’Entella l’ha ripresa in extremis. Primo gol stagionale dei biancocelesti e secondo punto in classifica. Un punto preziosissimo, considerando soprattutto come si era messa. Si esulta come per una vittoria. Non c’è troppo tempo per festeggiare però: martedì si va a Frosinone per il turno infrasettimanale, in un match davvero impegnativo per il quale sarà necessario recuperare le forze al meglio. Recuperarle, sì, ma con il sorriso dopo questo pareggio dal gusto dolce maturato in extremis contro un avversario come la Reggina.