Giornata no e 3 legni: l’Entella cade al Comunale contro alla Reggiana, 0-2

3 legni basterebbero a rendere l’idea di una giornata calcistica sfortunata, per dirla con un eufemismo. All’esordio al Comunale in questa Serie B, l’Entella cade di fronte alla Reggiana: un gol per tempo messo a segno dai granata, tornati alla vittoria in categoria dopo 21 anni, mandano ko i biancocelesti. 0-2. Niente da fare per gli uomini di Tedino, che ci hanno provato fino all’ultimo ma senza mai trovare la via del gol.

 

L’allenatore biancoceleste ripropone per dieci undicesimi la formazione schierata nel turno precedente a Cosenza, eccezioni fatta per l’infortunato Settembrini. Al suo posto l’esordio un po’ a sorpresa dal 1’ dell’ultimo acquisto, Leonardo Morosini, lanciato nella mischia da mister Tedino. L’Entella parte così: Borra tra i pali; linea a 4 formata da De Col, Chiosa, Poli e Costa; centrocampo con Paolucci vertice basso affiancato da Brescianini e Crimi (arretrato in mezzo al campo rispetto a Cosenza dove aveva giocato più avanzato); davanti invece Brunori e, appunto, Morosini, dietro alla zanzara Beppe De Luca.

 

La prima mezz’ora di match è di studio tra le due squadre, con una sola sgasata di Brunori che con un gran numero entra in area e si rende pericoloso con un tiro/cross. Poco dopo la mezz’ora però l’Entella inizia a far sul serio e, contemporaneamente, a far i conti con la sfortuna: gran cross di Pippo De Col per la testa di Matteo Brunori che spacca la traversa da pochi passi. Al 42’ è la zanzara a rendersi pericolosa con una gran giocata ma Cerofolini interviene e smanaccia. Una buona Entella che sembrava in procinto di concludere la prima frazione in crescendo viene però beffata al 43’: cross di Kirwan con Simone Mazzocchi che anticipa la difesa di casa e di testa insacca. 0-1. Secondo gol consecutivo per il 10 granata in questa Serie B dopo quello messo a segno col Pisa. Si va all’intervallo con gli ospiti in vantaggio.

 

La ripresa riparte da dove era finito il primo tempo. Azioni da una parte e dall’altra ma quella per l’Entella al 55’ ha del clamoroso: Morosini servito erroneamente da Ajeti si ritrova all’altezza dell’area piccola tutto solo con Cerofolini già praticamente a terra ma sceglie la potenza al posto della precisione. Traversa. Che probabilmente sta ancora tremando adesso. Secondo legno del match per la squadra di casa, episodio che di certo non aiuta a ben presagire. Al 70’ l’occasionissima ce l’ha la Reggiana con Voltan lanciato a tu per tu verso la porta biancoceleste ma Borra è super ad opporsi. Ribaltamento di fronte, altro palo, ancora con Morosini che da fuori calcia a giro ma Cerofolini con la punta delle dita gli dice di no, deviando quel tanto che basta verso il palo. Non certo un esordio fortunato per il 38 dei Diavoli neri. All’85 ci prova Poli con la sua specialità: il colpo di testa da calcio d’angolo. Cerofolini ancora una volta si oppone. È l’ultimo sussulto biancoceleste, prima che l’arbitro decreti rigore per gli ospiti per un intervento dubbio di Koutsoupias ai danni di Kargbo all’87’. Dal dischetto si presenta Varone, che non sbaglia. Termina così 0-2 per la Regia al Comunale, in un match che i padroni di casa non ricorderanno sicuramente per la buona sorte.