Entella – Imolese: i primi gol in biancoceleste di Capello e Merkaj valgono i tre punti

Un’ Entella sempre in partita esce vittoriosa dalla sfida del Comunale, l’Imolese ci prova ma deve fare i conti con Borra. Gli uomini di Volpe sono bravi a resistere e a chiuderla nel finale con Merkaj.

 

Parte meglio l’Imolese nei primi minuti della prima frazione, l’atteggiamento a viso aperto della squadra emiliana mette in difficoltà la rimaneggiata difesa biancoceleste in un paio di situazioni.

 

All’undicesimo minuto Borra compie un miracolo su Padovan. L’attaccante rossoblù lascia sul posto tre difensori ed esplode un tiro dalla prossimità del dischetto del rigore. Bravissimo il numero dodici ad allungarsi e a deviare il tiro potente e a mezz’altezza del centravanti ospite. 

 

La risposta degli uomini di Volpe arriva due minuti dopo con un tiro da fuori di Magrassi che passa non lontano dal palo di Melgrati.

 

Al minuto trentaquattro è la squadra di Chiavari a passare in vantaggio. Capello con un esterno delizioso lancia Magrassi verso la porta, il numero nove arriva sul fondo e serve a rimorchio proprio Capello, controllo col destro e tiro violento a trafiggere l’estremo difensore imolese. 

 

Ancora Capello protagonista sul finale di frazione, destro da fuori a giro, ma la traversa gli nega la gioia della doppietta. 

 

Due grandi occasioni per l’Entella nei primi dieci minuti del secondo tempo, la prima fermata in corner da un anticipo difensivo che ha negato a Lescano il tap-in del doppio vantaggio, sulla seconda Dessena non arriva per poco con la testa.

 

Al minuto cinquantacinque ancora Lescano a un passo dal raddoppio, Capello scatenato sulla sinistra suggerisce sul primo palo per l’attaccante argentino che la mette sul fondo.

 

Un’Entella combattiva lotta per difendersi dalle sfuriate offensive degli ospiti alla ricerca del pareggio. 

 

Al settantottesimo è Borra show: dagli sviluppi di un corner Rinaldi colpisce dritto per dritto dal limite dell’area piccola, ma il numero dodici biancoceleste va giù e con la mano salva la sua porta. 

 

I padroni di casa sono cinici e puniscono in ripartenza l’Imolese. Bravo Dessena a servire Merkaj sul limite del fuorigioco, si invola verso la porta il numero trentatré, tocco sotto e nulla da fare per Melgrani. Due a zero.

 

L’ultima occasione in pieno recupero ce l’ha l’Imolese, ma il palo alla destra di Borra ferma le speranze del neo entrato Masella.