Entella-Ascoli, è pareggio a reti bianche: al Comunale finisce 0-0

Un pareggio amaro, al di là del terzo risultato utile consecutivo. L’Entella non riesce a vincere lo scontro diretto in chiave salvezza contro l’Ascoli: al Comunale il match termina a reti bianche, uno 0-0 che non soddisfa pienamente nessuna delle due compagini.

 

Ma andiamo con ordine. Mister Vincenzo Vivarini sceglie il classico 4-3-1-2 per la sfida: Russo tra i pali; linea a 4 formata da destra verso sinistra da De Col, Pellizzer, Chiosa e Costa; centrocampo con Paolucci tra Settembrini e Brescianini; Schenetti sulla trequarti dietro al duo Capello-Brunori.

 

Avvio un po’ confuso e nervoso tra le due squadre, tanto da spingere il direttore Marinelli a chiedere intorno al 15′ ai due allenatori di cercare di stemperare la tensione in campo tra i giocatori. Sono dell’Ascoli i primi due tentativi: prima Sabiri con un’incursione in area terminata con un mancino a lato, poi Bajic, sempre col sinistro, con un tiro da fuori parato da Russo. Al 18′ il primo squillo di Schenetti. Il 99 parte da sinistra, salta un uomo, rientra verso il centro e calcia potente: palla alta sopra la traversa. Al 23′ è l’Ascoli a riprovarci. Palla persa da De Col al limite che arriva tra i piedi di Dionisi: il 9 calcia a botta sicura ma viene chiuso in corner dal duo De Col-Settembrini. I biancocelesti provano l’assalto sempre con Schenetti: al 25′ il trequartista milanese entra in area, calcia di mancino da posizione defilata, ma Leali devia in corner. Grande occasione per i Diavoli neri. Schenetti-tris: al 31′ l’ex Cittadella prova una nuova azione personale e lascia partire il destro dal limite dell’area, ma il portiere ospite blocca la conclusione, vincendo ancora il duello personale col giocatore di casa. Al 42′ è di nuovo l’Ascoli a farsi sotto: cross di Dionisi per Brosco, rimasto in attacco dopo un corner, che colpisce di testa, ma il tiro è debole. L’occasione più importante del primo tempo per l’Entella capita al 44′ sui piedi di Settembrini. Cross di Costa, spizzata di Brunori per Settembrini: il 27, solo a pochi passi da Leali, al posto di calciare al volo manca il controllo. Si chiude qua la prima frazione.

 

Il secondo tempo riparte da dove si era interrotto il primo: è sempre Schenetti al 54′ ad impegnare Leali con un tiro mancino dal limite, neutralizzato dall’estremo difensore ospite. Mister Vivarini si gioca due cambi: fuori Settembrini e Brunori, dentro Dragomir e Mancosu. Sale in cattedra per i bianconeri Sabiri: tiro potente da fuori, Russo neutralizza. Al 71′ fuori Brescianini e dentro Morosini. 2′ dopo Alessandro Capello sfrutta la bella sfonda di Dragomir e apre l’interno destro: palla che termina alta, a pochi centimetri dall’incrocio dei pali. Al 75′ Eramo va vicino al gol dell’ex con una bomba dai 25 metri, che per fortuna dei biancocelesti è alta sopra la traversa. Sempre al 75′ l’episodio chiave della ripresa: gomitata di Büchel a Capello, secondo giallo per il centrocampista dell’Ascoli e ospiti in 10. Dovrebbero tentare l’assalto i Diavoli neri, forti della superiorità numerica, invece gli unici due tiri verso la porta di Leali vengono realizzati tra il 76′ e l’80’ da Leonardo Morosini, che in entrambi i casi non inquadra la porta per un soffio. Al 90′ brivido lungo la schiena dei presenti al Comunale: Bidaoui calcia dal limite e non trova la rete solamente grazie all’intervento di Russo, che devia in corner. Finisce qui dopo 4′ di recupero: pareggio a reti bianche tra Entella-Ascoli.

 

Uno 0-0 dal retrogusto amaro, al di là del terzo risultato utile consecutivo dopo le partite contro Brescia e Lecce, anche visti i risultati delle dirette concorrenti. Entella che si porta quindi a quota 20, alle spalle di Pescara (22) e Ascoli (23), con la zona playout lontana 6 punti. Il prossimo impegno sarà venerdì 12 alle 21:00 al Paolo Mazza di Ferrara contro la Spal.

 

Di seguito, il tabellino.

 

ENTELLA (4-3-1-2): Russo; De Col, Pellizzer, Chiosa, Costa; Settembrini (61′ Dragomir), Paolucci (83′ Nizzetto), Brescianini (72′ Morosini); Schenetti; Brunori (61′ Mancosu), Capello.

 

A disposizione: Borra, Cleur, Bonini, De Luca, Poli, Cardoselli, Coppolaro, Pavic.

 

Allenatore: Vivarini

 

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pinna (86′ Corbo), Brosco, Quaranta, D’Orazio; Caligara (66′ Danzi), Eramo, Buchel; Sabiri (77′ Bidaoui); Dionisi (86′ Simeri), Bajic (77′ Bajic).

 

A disposizione: Venditti, Parigini, Sarr, Ghazoini, Cangiano, Stoian, Mosti, Kragl.

 

Allenatore: Sottil