Cuore, compattezza e un super Borra: una stoica Entella pareggia a Frosinone

Un punto di quelli pesanti, di quelli che si contano alla fine. Un’Entella ancora in emergenza a causa dei numerosi infortuni che hanno contraddistinto questo avvio di stagione, torna dal Benito Stirpe con un punto grazie allo 0-0 maturato nei 94’ di gara, dopo una prova esemplare per compattezza e solidità, contro un avversario destinato a lottare per traguardi prestigiosi in questa Serie B.

 

Mister Bruno Tedino schiera i biancocelesti con un 5-3-2 inedito finora: Borra tra i pali; in difesa da destra a sinistra Coppolaro, Pellizzer all’esordio in questa B dopo l’infortunio, Poli, Chiosa e Costa, anche lui al rientro dopo il problema alla spalla; centrocampo a 3 con Brescianini, Koutsoupias e Paolucci; davanti Brunori e Petrovic. Turno di riposo per la zanzara De Luca; Morosini invece è rimasto a Chiavari dopo essere uscito acciaccato sabato contro la Reggina.

 

Nel primo tempo il Frosinone parte subito in quinta: al 3’ i padroni di casa vanno a pochi centimetri dal gol con Federico Dionisi che, di destro dal limite, spacca la traversa. Brivido per Borra & Co. All’8 ci prova anche Francesco Zampano ma la palla finisce altissima. Dopo il furore iniziale, l’Entella prende le misure agli avversari e si compatta, limitando al massimo i pericoli.

 

Il secondo tempo riparte sulla falsariga del primo. Neanche il tempo di iniziare che i giallazzurri si rendono pericolosi dalle parti della porta dell’Entella: è Rohden al 46’ a preoccupare subito Borra. Al 54’ un’altra maxi occasione: dopo essersi liberato con un presunto fallo, Dionisi si presenta a tu per tu con Borra che, grazie all’aiuto di Pellizzer, riesce a sventare la minaccia. Grande intervento di Pellizzer rientrato proprio oggi e autore di una super partita insieme ai compagni di reparto Poli e Chiosa. Al 57’ è Brighenti a provarci in semirovesciata ma Borra dice ancora di no.

 

Il Frosinone continua a cercare il gol a testa bassa ma l’Entella è decisa a vendere davvero cara la pelle. Al 69’ però un’altra occasione maxi per i ciociari: Ciano serve Rohden in mezzo all’area che calcia a botta sicura, ma Poli si immola e devia in corner. All’87’ la più grande occasione del match per la squadra di Sandro Nesta: corner di Ciano con Tabanelli che svetta ma Daniele Borra decide di vestire i panni di Spiderman e, con la manona destra, ad allungarsi e dire di no. Un intervento da applausi per il nostro portierone, ancora una volta decisivo. All’89’ è finalmente l’Entella a farsi vedere in attacco con Markus Pavic che, però, di sinistro non riesce a spaventare più di tanto Bardi. Al 94’ Pezzuto fischia tre volte: al Benito Stirpe è 0-0. Un pareggio che sa quasi di vittoria per i biancocelesti, protagonisti davvero di una prova gagliarda e di maturità di fronte ad un avversario che come ogni anno lotterà per conquistarsi la Serie A. Un punto certamente guadagnato, che dà fiducia in vista della partita di sabato contro il Venezia. Un punto di quelli pesanti, che si contano alla fine.