Borra: “La squadra è viva, sono contento di aver potuto dare il mio contributo”

In campo all’ultimo istante per l’infortunio di Alessandro Russo, Daniele Borra è stato uno dei migliori della sfida contro la Spal. Interventi decisivi e sicurezza nelle uscite. Il punto conquistato a Ferrara porta certamente la sua firma.

“Quando ho capito che sarebbe toccato a me ho cercato di rimanere tranquillo e di pensare solo a fare bene”, commenta il portiere biancoceleste, “Ho fatto tutto il possibile per cercare di sfruttare al massimo questa chance senza farmi prendere dalla frenesia. Aspettavo da diversi mesi un’occasione e ho cercato di dare il massimo per me, ma sopratutto per la squadra. Con il passare dei minuti, anche grazie ai miei compagni, ho preso sempre più sicurezza è certamente la parata su Sala mi ha dato molta forza. Ho provato a trasmettere tranquillità ai compagni anche con delle uscite sulle palle inattive per cercare di spezzettare i loro momenti di maggiore pressione e penso che alla fine, si possa tornare a casa con un punto estremamente meritato. La fase difensiva è stata davvero impeccabile: ricordo un’azione nella quale i difensori hanno ribattuto 4 tiri consecutivi della Spal, immolandosi su ogni pallone per difendere il nostro fortino. Ovviamente la vittoria ci manca, ma questa sera abbiamo dato un segnale importante. La squadra è viva e con la Cremonese cercheremo di portare a casa il risultato pieno”.