Appuntamento con la storia, Torino-Entella: tra ex e curiosità che legano i due club

Appuntamento con la storia: domani alle 14:00 allo stadio Olimpico Grande Torino andrà in scena Torino-Entella. Sfida valida per il quarto turno di Coppa Italia Tim Cup. Un appuntamento con la storia da onorare in una competizione che all’Entella ha già regalato tantissime emozioni nelle edizioni passate. Marassi e l’Olimpico giusto per citare due stadi indimenticabili. Andiamo a conoscere dati e curiosità sui granata, in questa sfida storica per i nostri colori.

 

La stagione del Toro

 

I granata di mister Marco Giampaolo stanno vivendo una stagione di Serie A travagliata. Il Torino ha vinto una sola partita in campionato, quella nel recupero della terza giornata contro il Genoa, più una in Coppa Italia ai supplementari, nel turno precedente contro il Lecce. Poi, in Serie A, sono arrivati 2 pareggi contro Sassuolo e Crotone e 5 sconfitte, contro Fiorentina, Atalanta, Cagliari, Lazio e Inter. In totale: 5 punti in 8 partite, penultimi a pari merito col Genoa, davanti al Crotone ultimo a 2 punti.

 

Dati e statistiche

 

Il Torino è la peggiore difesa del campionato insieme al Benevento, con 20 gol subiti in 8 giornate. Mentre, dal punto di vista realizzativo, la squadra granata è alle spalle soltanto delle prime 7 del campionato (Milan, Sassuolo, Roma, Juventus, Inter, Napoli e Atalanta) in quanto a gol segnati: ben 14 quelli messi a segno da Belotti e compagni. Il Toro finora in campionato ha guadagnato più punti fuori casa (4) che in casa (1). Ovviamente il gallo Andrea Belotti è il miglior marcatore della squadra, con 6 gol realizzati in 7 partite. È anche il miglior assistman (2), insieme a Simone Verdi e Mergim Vojvoda. Tuttavia, il gallo, con ogni probabilità, domani non sarà del match. Il classe ’93 infatti è alle prese con un infortunio al ginocchio e rimarrà nell’infermeria granata insieme a Daniele Baselli, reduce dalla rottura del crociato, a Simone Verdi con problemi muscolari e ai giocatori di rientro dalle nazionali risultati positivi al covid.

 

Curiosità tra biancocelesti e granata

 

Tra chi risulta ancora positivo al covid nel club granata c’è anche mister Giampaolo, che sarà costretto quindi a guardarsi il match direttamente da casa. Al suo posto, come accaduto nell’ultima partita di campionato contro l’Inter, ci sarà Francesco ‘Cecco’ Conti. Fin qui, cosa c’è di strano? Nulla. Conti è il vice di Giampaolo… Ma Conti non è un vice qualsiasi: è infatti di Chiavari! Un chiavarese sulla panchina granata nella sfida contro l’Entella: quando si parla di destino. Il vice di Giampaolo, tra l’altro, è anche un ex della sfida, avendo vestito la maglia biancoceleste durante la sua carriera da giocatore.

 

Una curiosità niente male che lega a doppio filo Entella e Torino ma non la sola. Giuseppe Rossetti, spezzino fratello del più celebre Gino, che proprio con quest’ultimo nel 1928 vinse il primo scudetto della storia granata, allenò l’Entella nella stagione 1946-47, organizzando anche una partita amichevole proprio tra Diavoli neri ed il Grande Torino, vincitore poi di cinque scudetti consecutivi. Un giocatore di quella squadra era Guglielmo Gabetto, passato successivamente anche dall’Entella. A modo suo. La leggenda infatti dice che negli almanacchi non risulti nulla di tutto ciò, eppure il 16 aprile 1942, durante un allenamento della nazionale italiana a Chiavari, il ct Vittorio Pozzo lo schierò tra le fila degli avversari, in quell’Entella affrontata dagli azzurri. Quindi diciamo che, per 90’, è come se Gabetto avesse indossato la maglia biancoceleste.

 

Una figura che lega Torino ed Entella è ovviamente poi quella dell’allenatore Gian Piero Ventura, con tanto di salto di categoria con entrambe le squadre, sedutosi sulla panchina biancoceleste dell’allora Entella Bacezza dal 1982 al 1983 e dal 1984 al 1986; e sulla panchina del Toro da allenatore affermato dal 2011 al 2016.

 

Infine, Il Torino è stato un punto di riferimento e lo è tuttora per quanto riguarda la cultura della crescita dei giovani nel proprio settore giovanile, proprio come lo è l’Entella, con le dovute proporzioni. Nel 2019 Torino ed Entella si sono sfidate nella Supercoppa Berretti e, ad aver avuto la meglio, sono stati i biancocelesti di mister Castorina, imponendosi per 2-1 grazie alle reti di Costa e Sakhi, conquistando il titolo di supercampioni.