Gozzi: “Domani giochiamo. Tutti al Comunale”

Oggi pomeriggio ho incontrato i miei ragazzi. Da lontano mi era difficile intuire i motivi della protesta e confrontandomi con loro ho capito che il voler alzare le mani e fare un passo indietro voleva essere uno strumento per evidenziare, in modo clamoroso, l’ingiustizia che l’Entella sta vivendo, scontrandosi con sentenze e ricorsi, indifferenza e malafede. Ho trovato un gruppo unito e maturo, ma anche indebolito e provato da questa infinta attesa che mortifica la professionalità del calciatore e la dignità della persona.
Insieme abbiamo convenuto che la strada più utile non e’ scioperare, ma attendere la sentenza del Tar dimostrando al sistema calcio che l’Entella rispetta le regole. Occorre essere pragmatici e rispettosi anche dei nostri tifosi danneggiati enormemente da questo inspiegabile sopruso.
Domani scenderemo in campo a testa alta e con grande senso responsabilità, da veri combattenti confidando nel sostegno del nostro pubblico. Noi non molliamo. Tutti uniti.
Antonio Gozzi