Spettacolo “Musica per il Gaslini”, raccolti oltre 18 mila euro

Un’altra vittoria per sostenere il reparto di Neurochirurgia dell’Istituto Gaslini. Anche quest’anno lo sforzo dell’Entella nel Cuore e di tutta la famiglia biancoceleste ha colto nel segno. Lo spettacolo solidale “Musica per il Gaslini” andato in scena in un teatro Cantero esaurito ha permesso di raccogliere oltre diciottomila euro. Protagonisti uno straordinario Tony Coleman, batterista di B. B. King nonché grande showman e Henry Carpaneto, pianista ligure ormai approdato a una fama internazionale. “Grazie a tutti coloro che hanno reso questa serata indimenticabile – spiega Sabina Croce presidente di “Entella nel cuore” – dagli artisti che hanno accettato di esibirsi con un cachet assai modesto, in parte devoluto al Gaslini, alla direttrice artistica Barbara Possagnolo per arrivare alle tante persone che hanno lavorato volontariamente e a tutto il settore giovanile dell’Entella che da sempre costituisce la colonna portante della nostra attività benefica”. 
“La vicinanza dell’Entella al nostro Istituto è straordinaria perché concreta e continuativa – sottolinea il presidente dell’Istituto Pietro Pongiglione – L’Entella da qualche tempo ha letteralmente “adottato” il reparto di Neurochirurgia e lo sostiene ogni anno con visite e con generose donazioni frutto di importanti iniziative, proprio come “Musica per il Gaslini”. Un ringraziamento speciale va ancora una volta a tutta la famiglia biancoceleste, agli artisti e in particolare a tutte le persone che hanno scelto di partecipare allo spettacolo, per aiutare concretamente i bimbi che necessitano delle cure ad altissima intensità della nostra UOC Neurochirurgia”.