Giorgio Mangiapane, grossetano dal cuore biancoceleste

Dalla Toscana con amore. Amore per i nostri colori. Il cuore di Giorgio Mangiapane è biancoceleste e lo dimostrano le 5 ore di viaggio che due sabati al mese spende per venire al Comunale a tifare per la sua Entella. “Ma non sono mai solo – sottolinea Giorgio – mia moglie mi accompagna sempre e qualche volta viene anche mia figlia con la sua famiglia. E’ una fatica che non mi pesa, per l’Entella questo ed altro”. La passione per il nostro club nasce in gioventù. “Sono originario di Taranto – racconta – ma mio padre, militare dell’areonautica, fu trasferito alla caserma di Caperana quando avevo 2 anni. Rimasi a Chiavari fino alla maggiore età, a quel punto ero diventato un tifosissimo dell’Entella”. Poi il nuovo trasferimento, questa volta a Grosseto, città dove risiede attualmente. “Mi sono affezionato anche ai Grifoni ma il mio cuore è rimasto biancoceleste. Sto tramandando la passione per l’Entella anche alla mia nipotina, comincia a riconoscere i giocatori”. Grosseto-Chiavari-Grosseto: un percorso che Mangiapane ormai percorre a memoria. “Sono sempre venuto a Comunale ma negli ultimi 8 anni, da quando sono in pensione, vengo praticamente sempre. Finche la salute regge continuerò a farlo, tengo troppo alla squadra. Contro il Bari sarò al mio posto ad incitare i ragazzi”.