L’Entella gioca ma non punge, il Cosenza la castiga 2 – 1

Difficile valutare una partita come Cosenza – Entella come è difficile commentare questa ripresa dei vari campionati privati del loro “contorno” naturale fatto della passione di migliaia di tifosi e di tutto quanto non riguarda la sfera strettamente “professionale” del mondo del calcio. Una trasferta iniziata tra non poche e onerose difficoltà logistiche, tra contatti evitati, prevenzioni adottate e anche qualche contraddizione. Proviamo quindi a fare una semplice analisi tecnica di ciò che hanno detto i 100 minuti del San Vito/Marulla.

Boscaglia riprende esattamente da dove si era interrotto il campionato biancoceleste schierando lo stesso undici che l’8 marzo sconfisse senza appello l’Ascoli. La classifica del Cosenza impone ai calabresi un atteggiamento aggressivo richiesto da Roberto Occhiuzzi, nuovo tecnico dopo l abbandono di Pillon. Inizio gara invece molto attento da parte dell’Entella che non rischia quasi mai nulla e, per contro, con il passare dei minuti insidia la porta di Perina. Ci prova Mazzitelli la cui conclusione viene deviata fortuitamente dalla schiena di un difensore, anche Morra si libera in area con un pregevole palleggio ma viene anticipato al momento del tiro.

Una prima ripartenza dei rossoblu mette in difficoltà l’Entella con Baez che appoggia bene a centro area per la conclusione a botta sicura di Riviere anticipato dal prodigioso recupero di Dezi dopo 60 metri di rincorsa, sarà il preludio al vantaggio dei calabresi. Alla mezzora infatti, dopo il sospirato cooling break, Carretta mette alla cieca un pallonetto all’indietro per l’accorrente Bruccini che si coordina bene e calcia di precisione nell’angolino basso alla destra di Contini. Nemmeno il tempo di abbozzare una reazione che il Cosenza raddoppia  : sugli sviluppi di un calcio d’angolo a favore dei chiavaresi,  Carretta si invola sulla destra ingaggiando un duello con Sala che al limite dell’area viene saltato dal rossoblu bravo  poi a concludere con un destro a giro preciso nello stesso angolo precedente.

L’Entella è scossa, ci prova con un paio di conclusioni non irresistibili di Paolucci e con una bella ma sfortunata girata di Mazzitelli.  Nella ripresa Borra fa il suo esordio in Serie B rilevando Contini vittima di un risentimento muscolare.  Occhiuzzi blinda il Cosenza con un 5 4 1 che lascia pochi spazi ai chiavaresi. Alla prima occasione Morra ben servito da Dezi si libera bene ma calcia incredibilmente a lato da buona posizione. Dentro l’area ha una buona occasione anche Paolucci ma il suo diagonale è respinto da Perina. L’Entella spinge poco e intorno ai 16 metri non mostra troppe idee per liberare qualcuno al tiro o comunque nuocere alla porta di Perina. Boscaglia ricorre alla panchina dentro Toscano, Mancosu e Rodriguez fuori Mazzitelli, De Luca e Morra.

I calabresi non disdegnano azioni di rimessa, in una di queste Riviere arriva a tu per tu con Borra ma tocca male, poco dopo anche Baez, stoppato miracolosamente da Borra e D’Orazio mettono i brividi alla difesa chiavarese. Dopo un occasione per Rodriguez nel primo minuto dei 6 di recupero assegnati Poli, schierato ormai da centravanti, tocca appena una pennellata di Paolucci e accorcia le distanze. Troppo tardi per riuscire a portare altri pericoli verso la porta di Perina. Inutile anche la brevissima superiorità numerica per l’espulsione di Asencio il triplice fischio porta via ogni speranza.

Domattina la squadra torna in campo per preparare il “ritorno” al Comunale  con la Salernitana cercando, come sottolineato da Boscaglia a fine partita,  di far tesoro degli errori commessi,  lavorando ancora sulla ricerca del gol che anche oggi è sembrata la difficoltà principale di una squadra che sotto il profilo fisico non è andata male.

marcobianchi