Under 17 sconfitti di misura dal Parma con qualche recriminazione 0 – 1

ENTELLA   –    PARMA     0  –  1   51°Camara rig. 

ENTELLA    :  Gragnoli,  Lai, Franco, Lipani, Nagy, Bonini, Meazzi(71°, Renzone(52°Koutsoupias), Diagne(52°Barchi), Di Placido(75°Costa), Vianni

A Disp.        :  D’Amora, Caria, Lanza,  Paonessa, Iardella, De Rigo

PARMA      :   Corvi, Rocchi, Togola(46°De Marco G), D’Aloia, Mossini, Bane, Spinelli, Camara, Ajibola, Mauro, Abou(65°De Marco A

A  Disp.      :   Buzzi, Lucarelli, Alfieri, Formisano, Govoni, De Santis

Sconfitta sfortunata per gli Under 17 decisa anche da discutibili decisioni del Sig. Mori protagonista in più di una decisione discutibile. L’ Entella soprattutto nel primo tempo ha tenuto il Parma nella propria meta campo denotando pero ancora una volta grossi limiti in fase di finalizzazione con il rapporto deficitario tra mole di gioco espressa e occasioni create.  Nel primo tempo i biancocelesti recriminano per un netto calcio di rigore non fischiato per fallo ai danni di Meazzi. Stesso copione nella ripresa con partita equilibrata e altro episodio che ha fatto infuriare i presenti al Comunale, ancora fallo evidente ai danni di Meazzi e ancora il sig. Mori ad ignorare completamente. Un minuto dopo sul rovesciamento di fronte lo stesso direttore di gara assegnava ai ducali un rigore per fallo di mano scatenando le proteste dei giocatori di casa per le quali ha fatto le spese Bonini espulso ingenuamente. Con la squadra in dieci l’ Entella mette in campo tanta volontà ma anche la solita fatica in avanti dove Vianni e Di Placido non riescono a trovarsi. Con il passare del tempo subentra un pizzico di stanchezza e un’altra espulsione anche questa ingenua di Barchi subentrato a metà ripresa rimediando due ammonizioni in pochi minuti. Nel finale teso i biancocelesti ci provano fino alla fine rischiando anche qualcosa in contropiede ma alla fine resta il risultato minimo amaro per Volpe : anche oggi non abbiamo raccolto quanto probabilmente avremmo meritato, peccato perche nel primo tempo soprattutto per il gioco espresso al quale non riusciamo a dare una certa profondità e pericolosità negli ultimi sedici metri. Spiace poi anche per le due espulsioni perché non si deve mai perdere di vista la necessità della squadra anche in presenza di torti come quelli subiti oggi. Ci rimboccheremo le maniche già da martedi e faremo tesoro di queste due partite negative sul piano del risultato ma non tutte da buttare.