Magrassi-Lescano: i gol degli attaccanti regalano il successo ai biancocelesti

Giornata di prime volte per la squadra di Gennaro Volpe: prima vittoria in trasferta e primo gol in campionato di Magrassi, primo rigore sbagliato dai biancocelesti con Lescano che si rifà mezz’ora dopo realizzando la seconda chance dal dischetto.

 

Una partita che si mette subito sul binario giusto per l’Entella, il pressing alto organizzato da Volpe porta i suoi frutti al primo minuto: errore della retroguardia di casa, Magrassi non se lo fa ripetere due volte e insacca. Biancocelesti subito in vantaggio.

 

La risposta dei modenesi è furiosa, la squadra di Tesser spinge alla ricerca del gol, ma la difesa guidata da un Silvestre sontuoso tiene botta.

 

I biancocelesti si rendono pericolosi a metà primo tempo, al ventunesimo un tiro di Magrassi servito da una palla geniale di Schenetti viene ribattuto da un difensore, al ventinovesimo è Dessena a creare scompiglio con un destro dritto per dritto che mette alla prova le abilità di Gagno.

 

Al quarantaduesimo è Paroni-time che con una gran risposta respinge il tiro mancino di Mosti.

 

Nove minuti dopo l’inizio della ripresa l’episodio che indirizza la partita: Ciofani colpisce con il braccio in area, rigore e secondo giallo per il laterale che viene allontanato dal rettangolo di gioco. Sul dischetto va Lescano che si fa però ipnotizzare da un reattivo Gagno.

 

La legge del calcio è crudele e nell’azione successiva il Modena trova il gol del pari con Minesso.

 

L’Entella prova a sfruttare la superiorità numerica e aggredisce la squadra di casa cercando di riportarsi avanti nel punteggio. Lo stesso Lescano ha una buona occasione al minuto cinquantatré, ma il suo tiro col destro viene respinto da un Gagno protagonista.

 

Schenetti, Merkaj e Rada, tra il sessantaquattresimo e il settantesimo i biancocelesti vanno al tiro più volte ma senza successo.

 

All’ottantesimo il secondo atto della sfida Lescano-Gagno. Merkaj conquista un altro rigore, con personalità torna sul dischetto il centroavanti argentino numero trentadue e questa volta non lascia scampo al portiere. Entella di nuovo avanti ma in modo definitivo.

 

Il triplice fischio al termine dei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara, sancisce il primo successo esterno della compagine di Chiavari.