L’Entella gioca e combatte, ma esce sconfitta 2 a 1 dal Bentegodi

 

Come già accaduto più volte in questo inizio di stagione, l’Entella fa la partita anche al Bentegodi, ma non riesce a portare a casa punti. Nel posticipo del lunedì sera gli uomini di Boscaglia, in completo rosso, giocano alla pari della terza forza del campionato mostrando personalità e buona qualità di palleggio, peccando soltanto di lucidità negli ultimi venti metri. Boscaglia stupisce tutti lanciando un 3-5-2 con Coulibaly, Paolucci e Schenetti a centrocampo e i due De Luca in attacco.

L’avvio è shock: dopo appena due minuti il Chievo passa in vantaggio con un gol di Vaisanen sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La rete subita a freddo non spaventa l’Entella che inizia a giocare con buona personalità prendendo in mano il pallino del match. La reazione dei biancocelesti è tutta in un bellissimo tiro di Eramo che si spegne di pochissimo a lato della porta gialloblu. L’Entella prende in mano il centrocampo, ma nel suo momento migliore il Chievo trova il raddoppio: ripartenza fulminea degli uomini di Marcolini conclusa in rete da Dickmann, seconda rete in campionato per il terzino ex Spal. Il gol potrebbe avere l’effetto di una doccia fredda, ma i chiavaresi escono dall’intervallo nuovamente carichi e determinati nel riaprire la partita. Il gol che riaccende le speranze arriva puntuale al 54º quando Beppe De Luca, servito dall’omonimo Manuel, parte in posizione regolare e fredda Semper realizzando il gol del 2 a 1. Terzo centro stagionale per la zanzara che prova a prendersi la squadra sulle spalle. Boscaglia ci crede, ma perde Poli per un problema muscolare, al suo posto dentro Coppolaro. Il Chievo fa buona guardia e si difende con ordine cercando di limitare le folate offensive dei chiavaresi. Nel finale entra Mancosu per Manuel De Luca, ma il risultato non cambierà più. 

L’Entella esce a testa alta, ma senza punti. I biancocelesti torneranno in campo domenica al Comunale alle 15.00 contro la Juve Stabia.