Entella beffata nel finale: all’Adriatico finisce 1-1 contro il Pescara

Esordio agrodolce per Gennaro Volpe sulla panchina dell’Entella: torna il gol, tornano i punti, ma rimane il rammarico per aver sfiorato il bottino pieno. Contro il Pescara termina 1-1 grazie alla splendida rete di Andrea Schenetti al 29′ e al gol, in pieno recupero, di Rigoni.

 

Ecco il primo undici di mister Gennaro Volpe, che schiera un 4-3-1-2 a rombo: torna Borra in porta; in difesa Cléur e Pavic dal primo minuto sugli esterni, mentre Pellizzer e Chiosa formano la coppia centrale; a centrocampo regia affidata a Dragomir con a fianco Settembrini e Brescianini; davanti Schenetti a supporto di Morosini e De Luca.

 

È Dragomir a provarci per primo tra le fila dell’Entella: il rumeno si ricava lo spazio e calcia da lontano, la conclusione è buona ma non abbastanza potente da trafiggere Fiorillo. Al quarto d’ora Pellizzer arriva prima di tutti sulla punizione di Schenetti, ma il suo colpo di testa è fuori alla sinistra della porta abruzzese. Risponde il Pescara con una grande occasione: Odgaard riceve palla sulla sinistra dopo un’incertezza di Pellizzer e sfiora il gol con il destro a giro. Si ripete il danese un minuto dopo, stavolta colpendo male sul cross basso di Masciangelo. Al 29’ arriva lo splendido vantaggio dell’Entella! Schenetti sfida e salta Rigoni e lascia partire un bellissimo sinistro a giro che non lascia scampo a Fiorillo. Un gol dei suoi, il quarto in questo campionato. Diavoli neri attenti a bloccare tutti i tentativi di reazione del Pescara da qui in poi e bravi a gestire la partita: si va negli spogliatoi con l’Entella in vantaggio per 0-1 all’Adriatico.

 

Comincia forte il Pescara nel secondo tempo: Odgaard ha una doppia occasione, prima con il destro e poi di testa, ma in entrambi i casi arriva un super intervento di Daniele Borra a salvare l’Entella. Rispondono i biancocelesti con una grande azione di Settembrini: il centrocampista riceve da Schenetti sulla destra, rientra sul mancino e sfiora il secondo palo. Pochi secondi dopo altra occasione Entella con Morosini che prova a girare in porta la sponda di De Luca, ma non trova la coordinazione giusta. Brunori prende il posto della zanzara numero 7 tra i biancocelesti, mentre Chiosa si sostituisce al portiere e salva di testa sulla conclusione di Vokic. Altro cambio Entella: esce Settembrini ed entra il giovane Simone Andreis, alla seconda presenza in questo campionato. Dopo un altro ottimo intervento di Borra su colpo di testa centrale di Rigoni, arrivano gli ultimi tre cambi biancocelesti: fuori Cléur, Morosini e Dragomir, dentro al loro posto De Col, Bonini e Marcucci. Scorre la partita, soffre il giusto l’Entella ma non riesce a evitare il pari del Pescara al 91’: Valdifiori si libera e trova un cross perfetto per Rigoni, che colpisce di testa: Borra dopo un primo miracolo, non può nulla sul tap-in vincente del centrocampista biancazzurro. Fischio finale dunque: è 1-1 all’Adriatico.

 

Entella ripresa all’ultimo respiro, ma interrotta la striscia negativa che durava da due partite. Mister Volpe potrà ora concentrarsi al meglio sul match del Comunale di sabato pomeriggio (ore 14.00) contro il Vicenza.

 

Di seguito, il tabellino.

 

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Bellanova, Guth, Scognamiglio, Masciangelo (84’ Nzita); Dessena (80’ Valdifiori), Rigoni, Machín; Vokic (65’ Galano), Odgaard, Capone (84’ Giannetti);

 

A disposizione: Radaelli, Longobardi, Bocchetti, Volta, Sorensen, Maistro, D’Aloia, Chiarella.

 

Allenatore: Grassadonia

 

ENTELLA (4-3-1-2): Borra; Cléur (76’ De Col), Pellizzer, Chiosa, Pavic; Settembrini (65’ Andreis), Dragomir (76’ Marcucci), Brescianini; Schenetti; Morosini (76’ Bonini), De Luca (57’ Brunori).

 

A disposizione: Russo, Tozaj, Bruno, Costa, Cardoselli, Rodriguez, Meazzi, Mancosu.

 

Allenatore: Volpe

 

Marcatori: 29’ Schenetti (E), 90’+1’ Rigoni (P)