Albertazzi: “Le cose inaspettate sono le più belle, voglio ripagare la fiducia dell’Entella”

“Le cose inaspettate sono le più belle”, parola di Mirko Albertazzi, ultimo acquisto dell’Entella, arrivato qualche giorno fa a Chiavari per rinforzare il pacchetto degli estremi difensori. 

 

Una storia la sua da raccontare: Mirko, rimasto senza squadra, in uno dei periodi più difficili di sempre, non ha mai smesso di sperare in una chiamata per rimettersi in gioco, chiamata che, puntualmente, qualche giorno fa, è arrivata. “Appena ho capito che il Direttore Sportivo Superbi si stava interessando a me non ci ho pensato mezzo secondo ad accettare”, racconta il neo giocatore biancoceleste, “E’ proprio vero che le cose inaspettate sono le più belle. Ho vissuto un periodo molto difficile, non mi era mai capitato di avere paura di restare fermo, e forse, anche per questo, adesso non vedo l’ora di mettermi in gioco. Per me si tratta della prima volta in un club che gioca la serie B e anche per questo sono motivatissimo. Arrivo all’Entella con grande entusiasmo e con la voglia di dare il massimo per provare, chissà, a mettere in difficoltà il mister. Ho trovato una società organizzatissima, ma su questo non avevo alcun dubbio. Tra le tante persone che ho sentito prima di arrivare a Chiavari, il più entusiasta nel consigliarmi l’Entella è stato Simone Guerra. Mi ha detto che qui ci sono tutte le condizioni per poter fare bene e adesso che ho toccato con mano questa realtà posso solo dire che aveva perfettamente ragione. Il gruppo è sano, composto da ragazzi splendidi che mi stanno aiutando nel migliore dei modi nel mio processo d’inserimento. Sono grato per questa opportunità e farò di tutto per giocarmela al massimo delle mie possibilità”. Albertazzi si è aggregato al gruppo già da qualche giorno ed è già andato in panchina nei due pareggi contro Reggina e Frosinone. Entusiasmo e tanta voglia di fare bene, l’Entella scopre il suo ultimo acquisto.