Cuneo-Entella, nuovo atto di una rivalità sportiva che regalò gioie e dolori.

Dopo più di 5 anni Cuneo ed Entella torneranno ad affrontarsi su un rettangolo verde. Mercoledì alle 14.30 andrà in scena un nuovo capitolo di una rivalità sportiva che a cavallo tra la stagione 2011-2012 e 2012-2013, raggiunse picchi davvero significativi. Per alcuni anni dalle parti del Comunale, il Cuneo è stato visto come la bestia nera, un avversario capace di espugnare più volte lo stadio di Chiavari. Il primo precedente di un certo rilievo risale al giugno 2012: l’Entella, dopo un girone e di ritorno straordinario, era riuscita a qualificarsi per i playoff di seconda divisione, riuscendo nell’impresa di eliminare il quotato Casale in una partita che resterà per sempre nella storia della società. L’ultimo atto per strappare un pass per la prima divisione, mise di fronte proprio Cuneo ed Entella. Al Comunale un rigore di Michele Russo negli ultimi minuti di gioco, fissò il punteggio sul definitivo 1 a 1, ma nella gara di ritorno il Cuneo si impose nettamente 5 a 2, rinviando i sogni promozione di Volpe e compagni. Sembrava non esistesse una fine alla maledizione sportiva che si manifestava ogni volta che queste due squadre si incontravano, eppure, la bellezza dello sport è che quasi sempre è in grado di regalare un’altra possibilità. L’Entella, infatti, verrà ripescata in prima divisione e sarà artefice di una stagione meravigliosa guidata dai gol di Guerra, Rosso e dalle magie di Vannucchi. Si arriva così al 5 maggio 2013. Dopo quasi dodici mesi sono tante le cose che sono cambiate: i biancocelesti sono a un passo dallo storico traguardo della conquista dei playoff per andare in serie B, mentre i piemontesi sono il lotta per evitare la retrocessione in seconda divisione. Ne uscirà una gara dura, tirata e intensa dal primo all’ultimo minuto. Sotto un diluvio impressionante, l’Entella sbloccò immediatamente la sfida sull’asse Vannucchi Guerra, facendo esplodere di gioia i tantissimi tifosi arrivati allo stadio Fratelli Paschiero. Il Cuneo, successivamente, riuscirà poi a pareggiare, ma quel risultato regalò matematicamente al club del Presidente Gozzi, l’accesso per la prima volta agli spareggi promozione. Condannando così, il Cuneo ai play out. Domani, dopo 5 anni sarà nuovamente sfida vera, tante cose sono cambiate, ma un passaggio importante della cavalcata biancoceleste è senz’altro legato alla rivalità sportiva con il Cuneo che regalò uno dei ricordi più belli della storia recente dell’Entella.