L’Entella non sfonda, il Pordenone strappa un punto al Comunale 1-1

Anche quest’oggi resta un po’di amarezza per una partita che sembrava alla portata dell’Entella, conclusasi invece con un pareggio che sa tanto di bicchiere mezzo vuoto. Si potrebbe dire, problemi irrisolti, riferiti alla difficoltà ad andare in gol che attanaglia la formazione di Boscaglia praticamente  da inizio stagione.

I numeri spesso sono impietosi, i biancocelesti hanno segnato 11 gol in 12 partite tra cui 2 rigori ed un autorete e soprattutto non hanno mai segnato più di un gol a partita. Una media non gratificante che tuttavia non rende giustizia alla mole di gioco espressa dai chiavaresi in quasi tutte le gare disputate. Per contro la difesa risulta la 3 migliore del campionato alla pari con il Crotone che ha però segnato il doppio rispetto a Mancosu e compagni e non per caso si trova a giocarsi il primato.

Anche oggi l’Entella ha avuto il doppio possesso palla degli avversari, ha effettuato il doppio dei passaggi degli avversari ma ha concluso soltanto 3 volte in porta esattamente come i friulani che possono dire di aver ottenuto il massimo del risultato con il minimo sforzo. Boscaglia ha nuovamente dovuto cambiare formazione vista l’indisponibilità di Nizzetto e Chiosa. Linea a 3 dietro con Bonini Pellizzer e Poli e consueta coppia di attacco Mancosu De Luca.

Aveva chiesto un inizio arrembante il tecnico siciliano ma il Pordenone anticipa l’Entella e parte subito forte senza farsi sorprendere. Arriva inaspettato il gol ospite con una rovesciata di Strizzolo, l’Entella reagisce con forza ma scarsa incisività negli ultimi sedici metri finchè Schenetti prende palla sulla sinistra, evita un paio di avversari accentrandosi e lascia partire un destro di rara bellezza che si spegne nel sette alle spalle di Di Gregorio.

Nella ripresa la supremazia biancoceleste è ancora più marcata specie quando Boscaglia richiama la coppia d’attacco per inserire Manuel De Luca e Morra. Dopo 5 minuti proprio De Luca, subito intraprendente,  con un tiro a giro colpisce il palo interno alla destra del portiere ospite, la palla danza beffarda sulla linea ma non entra e viene spazzata dalla difesa. Poco dopo lo stesso De Luca incorna bene sul primo palo un cross di Paolucci ma Di Gregorio ed il palo gli negano il successo personale, sulla ribattuta Morra a centro area si trova il pallone sul sinistro e il suo tiro esce incredibilmente a lato.

Nel finale Pordenone in 10 per il doppio giallo a Burrai ma la pressione chiavarese non riesce a sfondare la difesa friulana, ed anzi, qualche ripartenza dei neroverdi mette i brividi alla difesa di casa. Un punto per uno quindi ed una sosta che permetterà di recuperare qualche acciacco e, come affermato da Boscaglia, continuare a lavorare in maniera ripetitiva su quegli schemi, soprattutto offensivi, che devono necessariamente affinarsi per permettere all’Entella di trovare con maggior facilità la via della rete e guarire da questa sterilità che sta caratterizzando in negativo la prima parte di campionato

marcobianchi