Finalmente i 3 punti!!! L’Entella travolge il Pescara 3-0

Una partita da non sbagliare e l’Entella questa sera ha fatto pienamente il suo dovere, abbinando ai progressi già visti nelle ultime uscite, anche quel cinismo che serve per portare a casa risultati importanti. Un risultato che non cambia di molto la sostanza della classifica biancoceleste ma che al tempo stesso restituisce ai giocatori di Vivarini quella consapevolezza e quella autostima che parevano pregiudicate da un inizio stagione disastroso. La tensione “positiva” che ha accompagnato il prepartita lasciava presagire qualcosa di importante da parte di un gruppo che non ha mai smesso di lavorare con convinzione, assieme allo staff e a tutta la società che ha fatto quadrato nel momento più difficile, pur imponendo un ritiro salutare e sacrificando anche il giorno di Natale.

Sicuramente ne è valsa la pena perché l’Entella, come detto, si è ritrovata proprio quando non poteva più sbagliare e di fronte ad un avversario dato in salute e reduce da uno scalpo importante come quello del Monza. Vivarini cambia ancora recuperando qualche giocatore, Chiosa e Poli centrali Pavic e Coppolaro sugli esterni e per il resto la stessa squadra di Salerno con l’esperienza di Mancosu e De Luca ispirati da Schenetti in avanti. Inizio gara diverso dei biancocelesti che sembrano attendere l’atteggiamento del Pescara, fino al gol che spezza la partita: De Luca approfitta di un disimpegno errato di Guth e serve Schenetti che libera il suo destro di precisione lasciando senza scampo Fiorillo. Una liberazione anche per il “99” che è apparso in netta e costante crescita.

L’Entella è attenta, lascia le briciole agli abruzzesi e raddoppia con una travolgente azione di De Luca ispirato da Settembrini, la zanzara entra in area, rientra sul destro e viene agganciata da Maistro che provoca un netto rigore. Dal dischetto Fiorillo intercetta ma non trattiene il tiro di De Luca che raccoglie e deposita in rete il suo 20° gol proprio nel giorno della sua centesima maglia biancoceleste. Un duro colpo per gli uomini di Breda che un minuto dopo mancano clamorosamente con Bellanova l’occasione di riaprire la partita. Piccoli segnali che anche la sorte un pò sta cambiando. Un palo colpito da Schenetti e uno sfiorato da Mancosu legittimano un gran primo tempo dei chiavaresi.

Nella ripresa il Pescara cambia uomini e atteggiamento ma dura poco perché l’Entella non concede nulla. Vivarini perde Poli infortunato, che non può festeggiare al meglio la sua 200° in serie B ed inserisce Cleur bravo ad entrare subito in partita. Esce anche Paolucci per far posto a Brescianini che, schierato in posizione centrale, dimostra di avere nelle sue corde la capacità di dirigere il gioco. La partita scivola senza grossi rischi, entrano  Cardoselli e Brunori per Schenetti e Mancosu entrambi generosi e funzionali. Il forcing del Pescara permette a Russo di esibirsi prima in un miracolo su Riccardi e successivamente in un paio di uscite che danno sicurezza ai compagni e mostrano la crescita del portiere chiavarese.

Il bello però arriva proprio nell’ultimo minuto di recupero quando Koutsoupias, altro giovane in costante ascesa di personalità, pennella un pallone a centro area dove Cardoselli pensa e realizza una rovesciata che è il modo migliore di festeggiare il suo primo gol in serie B e al tempo stesso chiudere una partita che non si era mai riaperta. L’Entella si è ritrovata ma sarà determinante ora trovare anche continuità nei risultati e nelle prestazioni per poter risalire al più presto una classifica ancora troppo brutta per poterla guardare spesso.