Serie B Benevento-Virtus-Entella

Entella di carattere strappa un punto al Benevento, al Vigorito finisce 1-1

  1. =Un punto pesante sul campo difficile di una tra le squadre meglio attrezzate della categoria e conquistato attraverso una prestazione completa, con un  atteggiamento giusto soprattutto nella ripresa, la capacità di sofffrire in alcuni momenti, il cinismo di colpire al momento giusto e perché no due più che giustificate proteste per due rigori evidenti trascurati colpevolmente dalla terna arbitrale. Tutto questo è stata Benevento Entella la prima di due trasferte lontane che tuttavia non hanno impedito a due encomiabili tifosi di sventolare un pizzico di biancoceleste in uno stadio completamente giallorosso.

Quella di Inzaghi cosi come il Frosinone, la Cremonese e qualche altra è una squadra attrezzata per tornare nella massima categoria con un allenatore ambizioso e molti giocatori di qualità. L’avvio delle “streghe” è stato veemente anche se dopo soli 6 minuti su un preciso cross basso di Sala De Luca viene affondato in takle alle spalle da Caldirola senza che il Sig. Sozza battesse ciglio. Kragl colpisce una rabbiosa traversa e poco dopo conferma la sua attitudine a colpire l’Entella sorprendendo alle spalle Nizzetto su un pallone probabilmente anche disturbato dal vento e appoggiato in rete da pochi passi.

L’Entella fatica a salire, Schenetti ingabbiato, non riesce a trovare spazi ispiratori facendo cosi venir meno i rifornimenti a Mancosu e De Luca. Gli uomini di Inzaghi risultano più aggressivi e a tratti metteono alle corde i chiavaresi che traballano ma non mollano anche perché  a centrocampo e dietro tutti lavorano tanto per limitare al minimo le offensive dei campani. Ad inizio ripresa torna in campo un’altra Entella, più determinata, più intraprendente. Dopo pochi minuti su schema da calcio d’angolo Schenetti va al tiro dai 20 metri il pallone colpisce in pieno il braccio per nulla attaccato al corpo di Maggio in uscita dall area di rigore.

Anche in questo caso il Sig. Sozza clamorosamente smentito dalle immagini lascia correre. La squadra di Boscaglia continua a rimanere in partita in un botta e risposta a tratti spettacolare con le due squadre impegnate in rovesciamenti di fronte.Dalla panchina entrano Sernicola per l’infortunato Coppolaro, Coulibaly per Eramo e Morra per Mancosu.  Caldirola calcia altissimo da buona posizione e poco dopo è Contini a negare il gol  a Coda con un super intervento ma l’Entella non sta a guardare,  De Luca chiama Montipò ad una deviazione altrettanto difficile.

Il tempo di un altro “flipper” in area chiavarese ed arriva il sospirato pareggio. Nizzetto batte da par suo una bella punizione nel cuore dell’area palla che giunge a Sernicola il quale pur scivolando riesce a toccare di punta un pallone che complice una deviazione finisce alle spalle di Montipò. Il Benevento si innervosisce l’Entella ci prova con la complicità di Montipo che esce fuori area lasciando il pallone a De Luca che prova il pallonetto senza successo.

È l’ultima emozione di una partita combattuta nella quale l’Entella non ha rubato nulla ed è stata premiata per l’atteggiamento determinato già visto a Cremona e Pescara che conferma la maturità degli uomini di Boscaglia per nulla toccati dalla sconfitta di Martedi sera contro il Venezia. Sabato si torna al Sud per incontrare il Crotone altra squadra ben attrezzata per la categoria servirà la stessa determinazione la stessa voglia di lottare vista oggi al Vigorito per continuare a ritoccare una classifica più che soddisfacente.

marcobianchi