Entella di carattere raggiunta dal Pescara 2 – 2

Ancora una occasione sciupata dall’Entella che contro il Pescara confermatasi squadra di valore assoluto, ha dimostrato di poter competere e a tratti mettere in grosse difficoltà gli avversari ribaltando una partita difficile ma sciupando tutto con un paio di  letali disattenzioni difensive che sono costate altrettanti gol.

Volpe può consolarsi con altri aspetti tutt’altro che secondari nei quali la sua squadra stasera ha mostrato grandi miglioramenti, un grande approccio iniziale, un ottima reazione allo svantaggio e la capacità di ribaltare la partita nella ripresa sono tutte note positive che questa gara ha offerto, restano come detto quelle lacune nel reparto arretrato che dall’inizio è orfano della coppia centrale degli ultimi 3 anni, Chiosa Pellizzer e con alcuni adattamenti nei ruoli chiave.

L’unica novità di questa sera è stata rappresentata dall’inserimento nell’undici iniziale di Capello che il tecnico aveva visto molto in palla in settimana. Buona la sua prova con qualche assist importante e la volontà assieme a Schenetti di assistere al meglio Lescano. Altra nota positiva la striscia di gol del centravanti argentino e del 10 biancoceleste che rappresentano davvero un valore aggiunto per il reparto offensivo in attesa che anche Magrassi e Morosini, inizialmente in panchina per qualche problemino avuto in settimana, possano trovare la loro migliore condizione.

Come si è detto partenza aggressiva dei chiavaresi con il Pescara a fare molta densità nel centro del campo rendendo difficile lo sviluppo della manovra. Dopo soltanto due minuti Schenetti ben imbeccato da Capello ha la palla del vantaggio ma il suo primo tocco favorisce l’uscita disperata di Sorrentino. Paroni stoppa Clemenza poco dopo e si arriva a metà frazione quando De Marchi scatta sul filo del fuorigioco e a tu per tu con Paroni lo supera di precisione.

Una doccia fredda che non abbatte l’Entella brava a riprendere la partita poco dopo la  mezzora quando Dessena mette a centro area un pallone sul quale si accende una mischia risolta da un tocco sottomisura di Lescano. Nel finale di tempo il Pescara è alle corde e viene salvato prima da Sorrentino su un tocco sottomisura di Capello e poi da un difensore che respinge la conclusione di Lescano a botta sicura.

Poco dopo Schenetti fa le prove per il gol con un gran destro sul quale Sorrentino alza ancora in angolo, quindi al 62° Lescano porge palla al limite al 10 che con un destro preciso e potente fa scoppiare il Comunale con la Sud finalmente di nuovo popolata dall’entusiasmo dei suoi tifosi. Il Pescara non ci sta ovviamente e complice una disattenzione difensiva trova il pareggio grazie ad un azione insistita di Pompetti che arriva a tu per tu con Paroni e lo supera con un preciso pallonetto.

Entrambe le squadre provano a vincerla con l’ausilio delle panchine, da una parte Magrassi e Morosini dall’altra Ferrari e Bocic ma alla fine dopo una partita tirata e, nel finale dopo che l’Entella  rimane in 10 per il doppio giallo a Barlocco, il pari è risultato gradito ad entrambe le squadre che si sono confermate sicuramente tra le più attrezzate e pur con qualche problema in buona crescita. In un campionato lungo e difficile come quello di serie C la regolarità è uno degli aspetti più importanti anche in momenti difficili per l’organico a disposizione. Anche sabato a  Siena ci sarà da far fronte a qualche assenza forzata ma lo spirito visto questa sera lascia ben sperare.

               

marcobianchi