Entella da applausi batte l’Empoli e sale in alto 2-0

Ci prende gusto l’Entella e centra la sua 3° vittoria consecutiva facendo un altro scalpo eccellente come quello dell’Empoli. Una gara che ha confermato il buon momento dei biancocelesti anche quest’oggi a segno due volte mantenendo nuovamente imbattuta la porta di Contini. Come spesso accade, la partita non era delle più semplici, i toscani proprio domenica scorsa erano tornati alla vittoria in rimonta contro l’Ascoli, mentre in casa chiavarese Boscaglia doveva fronteggiare le assenze di due tra gli uomini più in forma del momento: Eramo e la Zanzara De Luca.

Valutati gli avversari il tecnico siciliano optava per una coppia d’attacco fisica e generosa come  Manuel De Luca e Morra. Due ragazzi che mai avevano “vissuto” la serie B e che attraverso il lavoro hanno intrapreso un percorso di miglioramento tecnico notevole. Toscano prendeva il posto di Eramo a centrocampo mentre sulla sinistra Crialese ancora al posto dell’infortunato Sala. Un Entella che parte subito forte aggredendo gli avversari altissima e impedendo di fatto al centrocampo toscano di produrre gioco per la coppia d’attacco La Gumina Mancuso.

Ad ogni palla inattiva, soprattutto dagli angoli l’Entella sfiora il gol con le zuccate di Pellizzer e De Luca. Poco dopo la mezzora come un lampo arriva il meritato vantaggio: Paolucci lancia dalla trequarti verso centro area dove Schenetti fa velo per Morra, dietro di lui, che controlla e fa secco Brignoli segnando il suo primo gol in Serie B. Il Comunale si esalta e spinge l’Entella che dopo due minuti raddoppia: cross da destra di Toscano per Morra che sul secondo palo in tuffo potrebbe firmare la prima doppietta, una miracolosa respinta di Brignoli gli nega il gol  ma nulla può contro il tap in di De Luca che coglie anche lui la gioia del primo gol tra i cadetti.

Giustificate le esultanze di questi ragazzi che come detto hanno sempre lavorato con grande umiltà e dedizione facendosi trovare pronti ogni qualvolta il mister ha avuto bisogno di loro poco o tanto. La ripresa vede l’Empoli almeno nelle intenzioni più aggressivo ma i biancocelesti non si fanno sorprendere grazie anche al lavoro sporco fatto proprio dai due goleador di giornata pronti a retrocedere e a lottare su ogni pallone. Muzzi prova ad inserire il talento e l’esperienza di Laribi ma il copione non cambia.

Boscaglia perde Coppolaro rilevato da De Santis, e avvicenda Toscano e Settembrini con Currarino e Ardizzone. L’Entella gestisce senza subire alcun pericolo verso la porta di Contini che una sola volta deve respingere un tiraccio dalla distanza. Ad inguaiare ulteriormente i toscani ci pensa Balkovec che dice qualcosa di troppo all’arbitro guadagnando un rosso diretto. Qui l’Entella forse qualcosa sbaglia cercando poco il dialogo ed affidandosi a qualche verticalizzazione di troppo molte delle quali imprecise.

Il finale è un crescendo soprattutto di entusiasmo del pubblico chiavarese che  piano piano si sta riavvicinando alla squadra se è vero che oggi si è tornati sopra quota 2000 presenze. Questi ragazzi e questi risultati meritano tutto l’appoggio dei tifosi. Per concludere ci piace celebrare un “ragazzo del “39” che ha scritto da allenatore di grandi e soprattutto piccoli, molte pagine nella storia biancoceleste e che oggi ha ricevuto dal Presidente Gozzi la maglia n° 80 come gli anni che compirà domani.   Tanti auguri Bruno Baveni!!

marcobianchi