Entella bloccata, il fortino Fermana tiene bene finisce 1-1

Rallenta l’Entella e torna a perdere occasioni importanti per consolidare un percorso che sembrava avviato ad una certa regolarità. E dire che sembrava ancora una volta una partita girata per il meglio con i biancocelesti padroni del campo, cinici nello sfruttare un errore difensivo dei padroni di casa e solidi nel mantenere le redini del gioco.

Ci sta anche che si possa commettere un errore dal quale poi è scaturito il pareggio, ci sta meno che nella parte restante di partita non si è più riusciti a prendere il sopravvento in maniera netta. Le partite contro queste squadre che devono fare punti in qualsiasi modo spesso diventano sporche, gli spazi sono sempre strettissimi e per risolverle serve un guizzo, un invenzione, una giocata sopra le righe  che purtroppo ieri, come in altre occasioni è mancata.

Le occasioni ci sono state, non a caso il migliore in campo tra i locali è risultato il portiere Ginestra decisivo in più di un intervento. Si è rischiata anhe la beffa nel finale quando su ripartenza c’è voluto un grandissimo recupero dello stesso Karic per evitare una beffa atroce.

Rimangono motivi di soddisfazione come la crescita costante di Chiosa sempre più vicino al leader che conosciamo, la buona condizione di giocatori come Cleur e Karic, la consueta regia di capitan Paolucci e il buon momento di Silvione Merkaj senza dubbio il più in forma nel reparto offensivo. A differenza delle ultime uscite a Fermo è venuto meno l’apporto della panchina la tecnica di Morosini e Schenetti si è infranta nel muro eretto da Riolfo per preservare il prezioso pareggio e tutto è diventato più difficile per i ragazzi di Volpe.

Oggi si è chiusa la prima parte di un campionato che ha detto di un paio di squadre dotate di una regolarità di risultati e prestazioni impressionante, e di un gruppo alle loro spalle che devono appunto  trovarla questa continuità per sperare di rimanere agganciate alle posizioni più nobili della classifica. L’Entella è tra queste può compiere un buon salto già a partire dall’imminente trasferta di Teramo e poi concentrarsi sulla ripresa del campionato a Gennaio con la possibilità di ritoccare la squadra in qualche reparto.

         

marcobianchi