Entella ancora incompiuta, non riesce a riprendere il Chievo 2 – 1

Speravamo un po tutti che la sosta di campionato potesse spezzare la tendenza o comunque invertire la rotta del gioco biancoceleste e invece anche stasera a Verona si è assistito ad un copione che abbiamo visto altre volte. Squadra che gioca mantiene a lungo il pallone tra i piedi ma fatica maledettamente a perforare le difese avversarie. Per contro il Chievo che pure è squadra attrezzata per il ritorno nella massima serie, si è dimostrato squadra cinica in grado di trasformare in rete le uniche due occasioni da rete avute nel corso della partita, entrambe nel primo tempo.

Ciò che infastidisce è che anche stasera i numeri e la teoria sono tutti dalla parte dell’Entella che ha dominato il possesso palla, e la qualità dei propri passaggi ma come si sa le partite si vincono con i gol e in quello, i ragazzi di Boscaglia, faticano ancora e non poco. Qualche novità il tecnico siciliano l’ha presentata con l’esordio di Coulibaly dopo un tempo disputato nell’amichevole di Firenze, e l’inedita coppia d’attacco formata dai due De Luca. Per il centrocampista ex Carpi ancora una prestazione più ombre che luci, il potenziale si intravede tutto ma sono tanti gli errori anche nei passaggi più semplici che inficiano le sue intuizioni di gioco.

In avanti sia la zanzara che Manuel De Luca si sono sbattuti in lungo e in largo, è il caso di dirlo, ma anche stavolta i rifornimenti sono stati pochi e mai di qualità. A tutto ciò aggiungiamo che in una trasferta come quella di Verona partire ad handicap dopo soltanto un  minuto rende tutto ancora più difficile. L’Entella però ha avuto il merito di saper reagire subito e prendere saldamente in mano le redini del gioco tanto che Contini è rimasto spettatore per quasi tutto il primo tempo. Il problema è che a tanto possesso e tanta manovra non ha fatto seguito lo straccio di un azione che abbia impensierito Semper.

Sul finire del primo tempo al secondo affaccio verso l’area chiavarese il Chievo ha trovato il raddoppio con un azione poco lineare, un intervento di Poli su Esposito al limite, la difesa che si ferma e Dickmann che trova lo spiraglio tra le gambe di Chiosa e beffa Contini. Nella ripresa Boscaglia toglie Coulibaly ed inserisce Nizzetto, l’Entella parte bene e dopo pochi minuti su azione di rimessa Manuel De Luca innesca la Zanzara che parte sulla sinistra si accentra e lascia partire un destro a giro chirurgico.

Il gol della speranza per un pari che sembra meno impossibile ma da li in poi l’Entella non si vedrà più dalle parti di Semper se non allo scadere, quando Sala porge a Mancosu il pallone per il pareggio, ma il tiro affrettato del bomber è troppo facile per Semper. Pochi minuti prima Contini aveva tenuto in partita l’Entella respingendo una conclusione a botta sicura di Esposito.

Finisce cosi con un’altra sconfitta e l’eterno problema del gol da risolvere in vista del prossimo turno casalingocontro la Juve Stabia, dal quale diventa quasi imperativo chiedere 3 punti per rilanciare la classifica e rialzare il morale e l’autostima di una squadra che c è ma fatica a trovarsi.

marcobianchi