Empoli di misura, l’Entella non punge ed esce sconfitta 1 – 0

Esce sconfitta ma con onore l’Entella dal campo della capolista Empoli che, come più volte dichiarato dal suo tecnico alla vigilia, temeva il testa coda di questo pomeriggio. In effetti i toscani hanno avuto più di un problema nello scardinare lo schieramento messo in campo da Vivarini. I numeri, quelli statistici sono impietosi ma delle 8 conclusioni verso la porta dei toscani solo la metà ha impegnato severamente Borra che ha messo in mostra anche oggi un paio di interventi miracolosi. Vivarini ruota ancora i suoi alla 3 partita settimanale, riproponendo la coppia d’attacco Brunori Capello, confermando Dragomir in luogo di Brescianini e mettendo Poli a far coppia con Pellizzeri in difesa con Pavic a sostituire l’infortunato Costa. Un avvio combattuto con schermaglie soprattutto a centrocampo e difese molto attente a limitare le occasioni da rete.

Da metà primo tempo i padroni di casa iniziano a presidiare la metà campo ospite senza tuttavia costruire grosse occasioni da rete se si esclude una girata di La Mantia controllata senza problemi da Borra. È in questa fase che giunge il gol decisivo al minuto 36 quando su cross di Crociata La Mantia sul secondo palo impegna Borra che respinge corto proprio su Casale il cui tap in non è difficile e diventa il primo centro in serie B per il centrale di casa.

Vivarini perde Koutsoupias toccato duro in precedenza da La Mantia e inserisce Mazzocco. Proprio sui piedi del nuovo entrato capita la palla gol più pericolosa dell’Entella allo scadere del primo tempo: Capello manca l’acrobazia davanti a lui che sorpreso calcia debolmente d’istinto. L’inizio ripresa fa sempre molta paura all’Entella che ha subito parecchi gol al ritorno dall’intervallo, stavolta però la concentrazione è massima con Schenetti che calcia alto un buon servizio di Brunori.

Borra nega il gol a Crociata e poco dopo compie un doppio miracolo, prima su Mancuso in rovesciata e poi su Moreo respingendo di piede. Sul rovesciamento di fronte con Brignoli fuori area Brunori ha sui piedi la palla del pari ma stavolta a compiere il  miracolo con un’altra respinta di piedi è il portiere di casa. Vivarini inserisce De Luca, Brescianini e De Col per Capello, Paolucci e l’infortunato Coppolaro.

L’Empoli aspetta quasi di poter colpire in contropiede ma all’Entella non piace “fare gioco” e nonostante gli estremi tentativi con l’inserimento di Mancosu e lo spostamento di Poli in posizione di centravanti nei minuti finali, ai chiavaresi non riesce di raggiungere il pareggio meritando soltanto “l’onore” di aver tenuto la partita viva fino alla fine. La serie B osserva ora una settimana di pausa prima di tornare in campo alla vigilia di Pasqua con l’Entella che ospiterà  il 2 aprile alle ore 19 il Monza. Sarà ancora un occasione per cercare di mantenere accesa la speranza di un impresa difficile ma non ancora impossibile.

         

marcobianchi