Entella concreta, vittoria pesante contro la Juventus U23 1 – 0

Una vittoria fortemente voluta e ottenuta con la determinazione che ha sempre contraddistinto il gruppo guidato da Boscaglia. Per la prima volta l’Entella si trovava a preparare una partita per una settimana intera potendo gestire al meglio parte tecnica e soprattutto fisica potendo al tempo stesso ricaricare quelle energie nervose che servono per affrontare una partita insidiosa ma da vincere a tutti i costi. La vittoria serviva per cancellare il pari contro il Novara e la sconfitta subita dalla Pro Patria ma soprattutto alla luce dei risultati maturati nel pomeriggio, anche per dare un segnale ad una classifica ancora provvisoria che tuttavia sta definendo pian piano i suoi valori.

La Juventus U23 non era un avversario da sottovalutare perché nelle ultime partite al di la dei risultati aveva denotato miglioramenti nelle prestazioni e nella solidità di squadra. Boscaglia schierava la migliore Entella possibile con tutti gli effettivi come sempre pronti ad entrare nella mischia a partita in corso. Il pubblico di Chiavari rispondeva presente nonostante la collocazione prenatalizia con l’apporto notevole del nostro vivaio “esortato” proprio nei giorni scorsi dal Presidente Gozzi. L ‘ inizio di partita lasciava pochi dubbi sulla “voglia” dei biancocelesti subito aggressivi e pressanti tanto che i bianconeri faticavano ad uscire dalla propria metà campo avvolti dalle discese esterne di Belli, Crialese, Nizzetto che spesso arrivavano al cross con facilità mettendo apprensione all’interno dei sedici metri piemontesi.

L’impressione netta è che la Juve sia in balia dei chiavaresi i quali possono passare in vantaggio da un momento all’altro. Profezia esatta perché al 12° un colpo di testa di Paolucci intercettato da Mota Carvalho finiva proprio sul sinistro di Nizzetto che con la punta esterna dava al pallone una traiettoria impossibile per Del Favero. Zironelli esorta subito i suoi a reagire ma è sempre l’Entella a gestire la partita ed il primo tiro verso Massolo arriva alla mezzora da parte di Mavididi. Adorjan sfiora la parte alta della traversa e poco dopo l’Entella sfiora il raddoppio con una doppia conclusione prima di Baroni, quindi di Pellizzer che chiama Del Favero ad un grande intervento. Sugli sviluppi del corner Pellizzer mette dentro in diagonale ma l’arbitro annulla per un fuorigioco dubbio di Caturano.

La reazione della Juve inizia sul finire del tempo ma porta soltanto una conclusione telefonata di Mavididi il più vivace tra i bianconeri. Ad inizio ripresa l’Entella cerca di chiuderla prima con Mota che calcia bene ma di poco a lato, quindi con l’innesto di Diaw che gira di testa un perfetto cross di Crialese ma centra la traversa. Gli ospiti si fanno vedere ancora con un paio di conclusioni insidiose di Olivieri e Kastanos che Massolo neutralizza. La Juve si fa ancora più offensiva cercando di aggredire l’Entella che resiste con ordine in virtù di quella solidità difensiva sulla quale Boscaglia sta lavorando parecchio conscio del fatto che tutte le grandi squadre basano le loro fortune soprattutto sul pacchetto difensivo che nell’Entella di oggi sembra funzionare alla perfezione.

Prima della fine del tempo ancora la soddisfazione per l’esordio tra i professionisti di Mattia De Rigo classe 2001 a rilevare Nizzetto fermatosi precauzionalmente per un leggero affaticamento. La missione è compiuta i tre pesantissimi punti conquistati non resta che celebrare il Natale pronti il giorno successivo alla sfida di vertice con la Carrarese.

                                                 

marcobianchi