BERRETTI : Entella dai due volti batte la tenace Lucchese 2 – 1

Campionato Nazionale Berretti   Girone C

ENTELLA  –  LUCCHESE    2 – 1  3°Meazzi, 10°Andreis, 38° Rossi

ENTELLA  :  D’Amora, Garbarino(46°Nardelli), Lai, Lipani, Reale, Chiriaco, Brunozzi, Meazzi(83°Costa), Piazza(75°Testore), Vianni

A  Disp.     :   Gragnoli, Rimarenko, Scognamiglio, Renzone, Toriello, Laganaro      All.   Castorina

Sembrava una partita in totale controllo per i ragazzi di Castorina invece il repentino uno due maturato nei primi 10 minuti ha illuso un po tutti e complice anche la tenacia di una Lucchese mai doma è diventata una partita incerta fino all’ ultimo minuto di recupero. La partenza dei biancocelesti non lasciava scampo ai toscani che non riuscivano ad uscire dalla propria metà campo. Il primo lampo dopo soli 3 minuti quando Andreis imbucava bene per Meazzi che di esterno destro  baciava la parte interna del palo e segnava il gol del vantaggio. Premeva ancora l’ Entella e al 10 ancora Andreis si metteva in proprio e dai 20 metri disegnava una parabola imprendibile per l’ estremo ospite. Con il passare dei minuti l’ Entella allentava quasi inconsciamente la pressione e i toscani abbozzavano una qualche reazione. Il gol che riapriva la partita giungeva poco dopo la mezz’ora con una caparbia azione personale di Rossi che complice qualche rimpallo fortunato arrivava fino davanti a D’Amora per batterlo freddamente. Un gol che cambiava la partita perchè la Lucchese prendeva coraggio e i chiavaresi inspiegabilmente non riuscivano più ad essere efficati soprattutto dalla cintola in su. In avvio di ripresa le occasioni per chiudere la partita c’ erano eccome ma prima un pizzico di sfortuna su un incornata di Piazza conseguente ad un angolo di Lipani, quindi un diagonale debole di Vianni a tu per tu con il portiere rossonnero impedivano all Entella di chiudere definitivamente i conti. Per contro la Lucchese pur stremata aveva l’ orgoglio di provarci fino alla fine nonostante D’Amora non corresse più grossi pericoli per la sua porta.